La fatica di uno sdegno indigesto

image 1 23903058

Eccoci qui, ad aggiornare con fatica questo spazio obsoleto. Brutta parola? Non tanto, la vera libertà è un concetto obsoleto, lo diviene quando ammuffisce sugli scaffali del supermercato, surclassata dai prodotti TV & company. La dignità è un concetto obsoleto, lo si vede tutti i giorni, quando un ragazzino sceglie di diventare da grande un “mafioso dei tanti” piuttosto che un dignitoso operaio. Ma chi può dargli torto? Piuttosto che perdere il lavoro l’operaio si piega ad essere meno dignitoso. Di questi tempi…

Drugstabbing’ time

working on the ford line

paying off the big fine…

Cantavano i Clash in un mondo imperfetto, migliore di questo. E così, mentre ci puliamo il sangue sulle ginocchia sbucciate per le innumerevoli cadute, mentre Iggy Pop viene colpito da un grosso pompelmo sulla testa al Cobo Hall di Detroit, mentre Patty Smith racconta lo spogliatoio di Warhol colmo di parrucche bianche…scoppiamo a ridere, cercando il senso folle di tutto questo. Tutto si muove in una sincera imperfezione mentre le lotte affievoliscono sciogliendosi dentro il soufflé dello spettacolo, assumendo il sapore del fiele. Senza toccare i dettagli più scabrosi di una realtà avvilente avvertiamo che stanno per cambiare l’epistème e che la spirale converge verso il basso. Spostare l’ago della morale è il punto cruciale di uno scontro che ci riguarda tutti. Non ci si deve concentrare infatti sulle vicende che ci vengono raccontate: omicidi, sesso, corruzione, mali che sono sempre esistiti. Il vero conflitto deve sorgere sul terreno che tengono nascosto: la cultura. Non esitate mai ad esporre il vostro pensiero, anche se minacciati. Non esitate mai ad informarvi anche se ostruiti. Non esitate a sdegnarvi ovunque siate. Riportate con forza l’ago della bilancia al centro, perchè lasciarglielo spostare significa perdere l’equilibrio e una volta perduto lo si potrà riconquistrare solo con la violenza.

I migliori cadranno, è un fatto, ma senza la storia a ricordarli con affetto. Questi sono i tempi che ci siamo meritati. Per fortuna noi “migliori” non lo siamo mai stati…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...