I Dirtyfake e le profondità superficiali

Nuovo ep per i Dirtyfake

Seconda recensione per Shallow depths, stavolta ad opera di Marco Casciani pubblicata su EXTRA! Music magazine. E’ bello leggere riflessioni sull’underground, sull’ambizione dei testi e sulla decadenza narrata e incisa.: “…Se con il precedente “Tumorrow” i Dirtyfake si sono distinti per svariati elementi di originalità ponendo le influenze musicali in modo così evidente da poter liberare in modo sottile la loro poetica personale , con questo nuovo lavoro limano ancor di più alcuni punti. Mi riferisco quindi al sound, sempre più calibrato. L’alternanza di acustico/elettrico, di voci sussurrate e grida nevrotiche va di pari passo con il loro voler “storpiare” le parole, evidenziare i doppi significati…” Marco è un punk premuroso, se deve ascoltare un disco lo fa con attenzione. Lo ringraziamo per questo. Tutta la recensione si può leggere  qui: http://www.xtm.it/DettaglioEmergenti.aspx?ID=12927  Quindi, in sostanza:  Shallow depths 2 – resto del mondo 0!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...