Una questione di cibo e onestà

Ancora una volta questo “cazzo di Senato” eletto da nessuno sta discutendo di affari che non lo riguardano.  Nel DDL 3491 rimette la mani sui contenuti della rete, cercando di alterarli. Nel frattempo, mentre corrono ai ripari per difendere le loro reputazioni lese, nelle strade la vita si deforma. La legge non segue più un popolo che sbanda. Puoi fare un incidente e fuggire senza alcuna rappresaglia, puoi guidare nella corsia inversa con i motorini se quella preposta è troppo intasata. Puoi parcheggiare dritto in un posto a spina (o se sei un deputato metterla in quella degli handicappati), puoi cercare di investire un pedone, puoi dire all’interno di un negozio che ti prendi una maglia “perchè è così” e andare via camminando.  Puoi provare disgusto nel sentire un’allevatore di tronisti, ora finto contadino,  parlare dell’orrore del  carcere preventivo assieme ad un cospiratore di destra. Puoi scomodare Galileo per fatti non pertinenti al discorso di una strage ed avere un titolo in prima pagina.

Difendetevi, difendiamoci. A questi la coca ha fuso il cervello.

Eppure, cercando e ricercando, c’è sempre un pezzo di corda per risalire. Van gogh ad esempio, che diceva del suo quadro I mangiatori di patateho voluto, lavorando, far capire che questa povera gente, che alla luce di una lampada mangia patate servendosi dal piatto con le mani, ha zappato essa stessa la terra dove quelle patate sono cresciute; il quadro, dunque, evoca il lavoro manuale e lascia intendere che quei contadini hanno onestamente meritato di mangiare ciò che mangiano…

…e voi? Vi meritate il cibo che state mangiando?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...