Ora me ne vado in sala prove…

Sala Dirty

…e non importa che è troppo presto,

non importa che darò fastidio al falegname e alla sua radiolina nordmende chiusa nel box, lasciata sola a piangere la notte,

non importa che troverò qualcosa che di certo non mi piacerà:

una cicca implosa a terra, disastro aereo

un bicchiere di caffè con della posa, senza futuro da osservare

la cenere sul peluche del Mogwai,

qualche poster con la parte superiore cadente che ritrae, dunque, rockstar intente a farsi una fellatio per colpa di puntine che non attaccano bene.

Potrò chiudere gli occhi e mettermi a suonare da solo, come quando ero adolescente, tutte le mie canzoni e le cover che mi piacciono,

sbagliando il ritmo

cambiando intonazione

correndo e rallentando.

Svelando le aperture con qualche abile plettrata, falcata di polso, apertura alare.

Si, sarò felice specialmente

perchè nessun poeta che conosco

pare sia stato in sala prove.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...