Radice

ROMA

Questa città l’abbiamo sviscerata come una carcassa. Agganciati in caduta abbiamo suonato negli angoli più bui, presso pozze di urina gestite da stronzi, a sbirciare le serrature, attratti dal torbido, in  balia di scrutatori del futuro di ieri. Le sue luci gialle, un tempo uguali a se stesse oggi sono mezze spente per la povertà. Noi li, a mordere la carne andata, a cercare nutrimento da ciò che ci farà male. Ecco nuove formule, nuovi banditori, nuovi localini. Ecco nuovi venditori di fumo alla mia porta, gonfi di promesse e di facili modi di vivere.

Se siamo una promessa non l’abbiamo mantenuta
Se siete una promessa non potrete mantenerla
Restando in questo posto non potremo mantenerci

Ed è per questo che prepariamo qui la casa…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...