Jeff e Shakespeare

Jeff Buckley

Graziano:

Signor Antonio, ma che brutta cera!
Ho paura che dài troppa importanza
alle cose del mondo;
chi se la prende troppo, a questo mondo,
poi lo perde. Ti trovo assai cambiato.

Antonio:

Graziano, il mondo io lo tengo in conto
solo per quel che è: un palcoscenico
sul quale ognuno recita la parte
che gli è assegnata. La mia è quella triste…

Ma sapete, la cosa più strana è che mentre citavo il bardo per C Inside pensavo a “Grace” di Jeff Buckley, quella malinconia è così adatta alla risposta di Antonio e alla parte che qualcuno deve pur recitare. Così mi sono chiesto: Che giorno è morto?

E’ morto oggi…

e mi ha cercato lui stavolta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...