La notte che Vittorio diede fuoco ad Andrea

Vittorcia umana

Vittorcia umana

Lo so, ad una certa età si dovrebbe essere in imbarazzo nel compiere certe azioni e probabilmente anche nel riderne. Ma la carica comica di certi gesti ha un qualcosa di atavico. Come quando Vittorio durante l’ennesima sessione di missaggio credeva di spostare la cicca al Vanni  con una bomboletta di aria compressa impedendogli di accendere. Ora, tutto il mondo tranne Vic è conscio di ciò che accadrà. Peccato che seduto sulla linea di tiro (o di spruzzo) c’era Andrea intento ad ascoltare quello che stavamo missando. Il resto è un susseguirsi di suoni; dopo il tocco dello spray eccone un secondo identificabile come: “fiamma ossidrica” sparata sulla tempia sinistra del nostro batterista…credo che il terzo suono sia stata una malcelata associazione tra un verro ed una divinità. Immagino l’uomo delle caverne correre con i peli in fiamme mentre i vicini di caverna ne ridono. Così, pur condannando il gesto, fu difficile contenere gli spasmi. Mi sento nei panni sbagliati: ragazzi questo fa molto metal ma poco indie rock. Alla fine, mi guardo attorno e vedo la sala dell’Hombrelobo…sono ancora punk.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...