L’Italia di Cesena e la capacità di mantenersi nella luce

Forse sarà sciocco pensarlo, ma il video di Cesena per invitare i Foo fighters continua a darmi l’impressione che in questo paese vivano due Italie. Una che si spinge oltre, capace di farci venire i brividi e di essere unica nella sua generosa genialità e l’altra, protetta da una massoneria ammuffita che, fingendo di reggere l’ordine costituito, passa la sua vita ad inseguire delle chimere squallide (e brividi alla collettività ne fanno venire si, ma di orrore!). Insomma, come nel più scontato episodio di Fringe, c’è un me stesso malvagio da qualche parte che al bivio della fantasia ha preferito svoltare per quello dell’opportunismo. C’è un Byron/Salvini che nasconde nel suo armadio le foto di quando stava al centro sociale dei comunisti padani, oggi lo si può vedere nei talk show per raccogliere voti con la scontatezza, un raccatto facile, che vince proprio perchè mediocre. Purtroppo il catenaccio troppo spesso funziona contro il Fútbol bailado. E’ proprio una questione di priorità. C’è chi ogni giorno va ad intrallazzare per svoltare la giornata e che ha come unico scopo quello di scavalcare gli altri, non per distinguersi dalla massa o per raggiungere mete utili all’umanità, bensì per mettere il fondoschiena sulle poltrone. Molti ci sfangano una vita inutile ma agiata. Tanto basta.

Ieri qualcuno mi suggeriva che se avessi 50.000 dollari da buttare anche io andrei a caccia del leone protetto. Credo che (improbabili fortune a parte) se arrivassi a guadagnare quelle cifre per poi buttarle significherebbe che avrei già fatto quelle scelte al bivio che menzionavo prima, che avrei colpevolmente spostato l’ago della mia morale. Per guadagnare cifre del genere significa che da qualche parte si sta facendo del male a qualcuno. Ora come ora ho la convinzione che produrrei qualcosa, una band, un film. A mio modo celebrerei la vita. Non mi interessa, infatti, possedere una testa di leone in salotto. Sfoggiare non so quale abilità. Chiunque può sparare pallottole con un fucile da caccia. Uccidere senza il confronto.

Poi penso che devo essere concentrato. Si, per mantenermi nella luce. Perchè tornando in Italia è proprio l’italia sovrapposta che muove pericolosamente il mio ago. Vedete, se mi gusto il video dell’amore rock mi vengono i brividi e penso che siamo davvero unici. Poi però mi sorge la domanda: se mi chiedessero di mettere in gabbia con i leoni questa Italia sovrapposta, quelli che si giustificano sempre con: “lo faresti anche tu” (ma hanno anche tanti altri ritornelli tipo: “Li manteniamo con i nostri soldi”, “Ci rubano il lavoro”…etc)

…se mettessi a confronto L’italia di Cesena con quella simpaticissima dello stabilimento di Torre Chianca, tanto per fare essere più specifici, sono proprio sicuro che non vorrei vedere agonizzare la seconda girando il mio pollice verso il basso?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...