Sotterranei 1: Undercover Mistress

Undercover Mistress

Sono Alda Teodorani, dal 1990 scrivo e pubblico materiali vari, narrative e prose poetiche e intermediali, mi piace meticciare letteratura, musica, poesia, arte, compio incursioni tra i generi, principalmente noir, erotico, horror, sono stata definita dark lady del noir italiano, regina dell’horror, signora delle tenebre,… ma non tutti sanno che mi occupo di DIY, coi proventi della mia scrittura ho co-prodotto musica e narrativa o semplicemente sostenuto blog e siti punk e di video-streaming in difficoltà. Mi piace sempre scoprire, leggere, vedere o ascoltare qualcosa di nuovo, seguo con attenzione tutte le realtà nascenti, per questo ho chiesto a C INSIDE di tenere una rubrica su iniziative spesso poco visibili che alimentano e concimano il già fertile panorama della produzione indipendente, alternativa, italiana e non solo.

Undercover Mistress

Visionario, non convenzionale, sempre interessato a nuove forme di comunicazione, a capire cosa c’è dietro, Giulio Ciancamerla ha collezionato tutte le mie opere e anche antologie e riviste, CD e fanzine, nell’ambito del progetto Appuntamenti letali organizzato da filmhorror.com in collaborazione con me, ha realizzato un gioiellino di cortometraggio, Fiore, che ha la stessa atmosfera lenta, cupa e opprimente del mio omonimo racconto, dal quale è tratto.
Giulio, all’epoca, aveva già al suo attivo diversi corti. Interessato alle varie forme di comunicazione e armato dell’intenzione di raccogliere materiali che non andassero perduti, Giulio ha iniziato a raccogliere e distribuire pubblicazioni autoprodotte e fanzine legati alla scena punk. In seguito ha esteso questa attività fino a fondare un’etichetta musicale, Deny Everything, con la quale ha co-prodotto diversi album di gruppi underground, tra i quali Gioventù Bruciata, Kalashnikov Collective, Sposa in alto mare e altre produzioni D.I.Y.
Ha ideato e diretto un promo per il progetto “Beer in Italy” (in fase di realizzazione) sul mondo della birra artigianale italiana.
Un incontro decisivo avviene durante il lavoro come aiuto regista sui set di due importanti pellicole della produzione indipendente LMLP. Si tratta dell’ underground Hippocampus M21th (A. Fennert, 2014) – in apparenza film sulle perversioni ma che in realtà è un film sull’amore triste e disperato, un condensato degli amori del 21esimo secolo e quello che viene definito dal produttore popcorn movie 🙂 Violent Shit (L. Pastore , 2015) – in cui un ultra-gore tedesco incontra il giallo italiano, mostro nascosto dietro una maschera da saldatore, esoterismo e splatter con un cast di alto livello composto da attori quali Giovanni Lombardo Radice, Barbara Magnolfi, Antonio Zequila e i camei di  Castellari, Tentori e Cozzi.
E’ infatti il produttore Lucio Massa ad apprezzare il lavoro di Giulio e proporgli la regia di un nuovo film.
Giulio, da sempre interessato alle tematiche dei film di genere e del genere, inteso come gender,  ha girato 15 minuti folgoranti, dove la perversione sessuale si  intreccia con  l’intento del regista di stravolgere il senso del sesso, non c’è più un gender, ovvero c’è una mescolanza, un capovolgimento. Le cose si rivelano per l’opposto di quel che sembrano.
Ho visto il film in anteprima, è ancora in fase di post-produzione, alla fine ho detto: quanto dura, cinque minuti? Per come me l’ero sorbito tutto d’un fiato, senza noia o momenti morti. Sono entusiasta di questo film, mi conferma che la produzione indipendente va nella giusta direzione. È un condensato di immagini subliminali – nel senso che colpiscono l’ “altra” mente, l’amigdala, quella delle percezioni immediate e delle elaborazioni istantanee senza che intervenga a fare una mediazione la corteccia cerebrale, quella dei condizionamenti e delle convenzioni sociali. È lì che questo Undercover Mistress colpisce pur con la sua veste elegante, con la recitazione di Leonardo Pace e Stefania Visconti, oltre ad alcuni camei e i vari messaggi – un concentrato di messaggi a vari livelli – che, alla fine, soddisfano anche la corteccia.
Restate in attesa, ne vale la pena.

Alda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...