Hashish di mattina

Partire con la certezza mattutina che la malinconia possa essere corrosiva, ritrovare un ricordo e lasciare andare il corpo per il sentiero. Fare che il male si affacci in veranda, lasciare il mare delle emozioni in mano ai giovani, indurirsi, indursi rimanendo eretti, calcificati in mezzo al vento.

Crescere pensando di abbandonare tutta questa scorrettezza, limitare l’errore al calcolo non fa per me. La regola ribollita non fa per me. Voglio il circo volante, la vestaglia di Gomez, la poesia spiazzante, l’amore reinventato, una vita con i cori e i violini di Kaczmarek. Questo è un post improprio che dice di togliersi le giacche, farsi le barbe, sanguinare e stringere la decadenza. Vedo vite eroiche sgretolarsi dietro rivoluzioni da divano…e sarebbero pure pronte a combattere se non fossero idee isolate. Oggi, uno più uno fa solo due idee diverse. E’ tornata la possessione che chiede di allontanarsi e sbranare tutte le sensazioni dell’uomo. Essere nuovamente il Jekyll liberato, combattere la febbre, suonare soli la notte, bere gli smeraldi, fumare sul tappeto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...