C Inside, i Dirtyfake e l’elaborazione furba

_DSC3837

E’ ufficiale, questo è attualmente l’anno che ha reso di più al blog in termini di visibilità. Un crescita cercata scandagliando il difficile mare delle realtà romane. Considerazioni negative a parte (le faremo in un secondo momento), mi godo i piccoli risultati sapendo che gli sforzi produttivi “sinceri” mi hanno spesso portato in luoghi rari. Non comprometterò i contenuti del magazine solo per attirare nuove persone, probabilmente (conoscendomi) complicherò le cose. Ritengo che il “nostro” sottobosco debba rimanere un segreto da ricercare e ritengo che finchè saremo prigionieri del trucco contenuto-elaborato-per-sfruttare-visibilità non si andrà da nessuna parte. Il contenuto dovrà essere pensato per stimolare una reazione a catena che vada oltre la vacua risata o il passaparola giovanile.

Sarebbe necessario un bel dibattito. Parlare in primis del linguaggio, guardarsi attorno per vedere come continuano a sgretolare la realtà.

Facciamo che ho lanciato un paio di sassi ovali sullo specchio del lago. Vediamo dove portano le onde. Ora un paio di appuntamenti che riguardano i Dirtyfake:

– 01/12/2015 suoneremo elettroacustici al Magazzino 33

http://www.discoteca.it/roma/eventi/magazzino-33-pres-dirtyfake

– 09/12/2015 ci potrete ascoltare a pieno volume al Contestaccio

Poi magari questi live ve li racconto pure, ma l’ideale sarebbe passare e farsi una birra con noi…

Stay Rock

B.R.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...